lunedì 6 marzo 2017

LA DIETETICA CINESE

Il termine “DIETA” deriva dal greco e significa stile di vita, e con essa si intende una serie di azioni per il mantenimento o il ripristino dello stato di salute. Il termine NUTRIZIONE, invece, comprende tutto ciò che assimiliamo dal mondo, lo ingeriamo e con esso formiamo le nostre cellule ed i nostri pensieri.
Acqua, sali minerali, zuccheri, proteine, grassi, vitamine, sono i principi nutritivi cioè sostanze introdotte con l’alimentazione e utilizzate dall’organismo per produrre energia. I singoli nutrienti di cui è composto il cibo sono solo una parte, un aspetto del cibo. Ogni alimento ha una componente vibratoria che è la parte fondamentale di cui ci alimentiamo.
La Medicina Tradizionale Cinese è un sistema diagnostico e terapeutico formato da diverse discipline quali agopuntura, massaggi, dietetica, tai chi chuan e qi gong, fitoterapia. La sua caratteristica primaria è quella di essere una modalità di studio dell'Uomo. La dietetica cinese è una branchia fondamentale della Medicina Tradizionale Cinese, la cui storia è antichissima. Privilegia alimenti di origine vegetale ma non ha mai demonizzato quelli di origine animale, lasciando la libera scelta all'individuo. La tradizione cinese ha assegnato ad ogni alimento uno specifico ruolo nutrizionale nella prevenzione e terapia.
Spesso dietetica cinese e Macrobiotica si confondono nel linguaggio comune, anche se sono due strade alimentari molto diverse da loro. La Macrobiotica (lunga vita) deriva dalla Medicina Tradizionale Cinese, ma è molto più semplificata ed occidentalizzata. 
Secondo la dietetica cinese vi sono piccole e semplici regole fondamentali per un corretto approccio alimentare: fare pasti regolari, con cibi semplici, di stagione e possibilmente di provenienza dal luogo ove viviamo, evitando cibi adulterati, conservati, e lavorati industrialmente. Il pasto deve essere un momento in cui anche lo Spirito deve essere nutrito, per cui lo stato d'animo deve essere tranquillo e la masticazione lenta. La cottura è importantissima perchè grazie ad essa possiamo intervenire direttamente sull'alimento modificandolo. La cottura migliore è quella a vapore, perché non altera le proprietà dell’alimento, non riscalda e non rinfresca.

Ma è l'aspetto energetico della dietetica cinese che ha reso questa disciplina particolare e adatta alla prevenzione e cura.

YIN - YANG
Tutte le cose tendono all'equilibrio dello yin e dello yang e la malattia non è altro che il risultato della rottura di questo equilibrio”
I principi yin e yang sono la base della dietetica cinese. Essi rappresentano:
  • Yin terra
  • Yang cielo
  • Nella dialettica yin e yang non vi è nulla di assoluto, ma tutto è relativo: il cibo vegetale generalmente più yin rispetto alla carne che è yang.
L'alimentazione equilibrata tra yin e yang è importantissima per l'equilibrio dell'uomo. Devono essere presenti entrambe le energie.

VITALITA'
Il fluido, l'essenza vitale che ogni essere umano possiede da concepimento ed è custodito all'interno del rene ma circola in tutto il corpo si chiama jing. Lo riceviamo al momento della nascita (jing innato) e viene nutrito dallo jing degli alimenti (jing acquisito). Più gli alimenti sono ricchi di jing più nutriranno il nostro jing innato. Gli alimenti più ricchi di jing sono i semi ed i germogli. In generale più l'alimento è fresco più è ricco di jing.

IL COLORE DEGLI ALIMENTI
Il colore dell'alimento indica l'organo che ha come bersaglio e che andrà a riequilibrare. In linea generale possiamo dire che i cibi verdi hanno azione su fegato, quelli rossi sul cuore, quelli gialli su milza-pancreas, quelli bianchi sul polmone e quelli neri sui reni.

I CINQUE SAPORI
Ogni stagione richiede sapori diversi attraverso cibi semplici che non danneggiano il fisico: più acido in primavera, più amaro in estate, piccante in autunno e salato in inverno. I sapori neutri e dolci vanno utilizzati per bilanciare i gusti più forti. Il sapore indica, oltre al “bersaglio”, l'azione che ha sull'organo. Il sapore aspro acido agisce sul fegato, quello amaro sul cuore, quello dolce dei cereali sulla milza pancreas, quello piccante sul polmone e quello salato delle alghe sui reni.

Lo scopo della dietetica cinese è quella di favorire e promuovere il benessere dell'individuo, rendendolo consapevole ed autonomo rispetto al suo equilibrio personale attraverso un'azione, quello del mangiare, che compiamo tutti quotidianamente e su cui abbiamo un grande potere di azione per mantenere e/o ripristinare il nostro stato di salute

Nessun commento:

Posta un commento