venerdì 26 agosto 2016

RIFLESSOLOGIA PLANTARE: il linguaggio dei piedi


Il piede umano è un’opera d’arte e un capolavoro di ingegneria.

(Michelangelo Buonarroti)


Il massaggio energetico del piede nasce nell'Antico Oriente. I piedi rappresentano il collegamento con la Terra, con le nostre radici favorendone lo scambio energetico. Esso inoltre rappresenta come noi camminiamo nel mondo, come affrontiamo situazioni e problemi, il nostro equilibrio e le nostre fondamenta.
Camminare a piedi nudi sul terreno favorisce un naturale massaggio sui punti riflessi con benefici sia fisici che energetici.
Il primo approccio scientifico risale al 1834 quando lo svedese Pehr Henrik Ling scoprì che dei dolori provenienti da determinati organi si riflettevano in zone della pelle molto lontane da essi. Ma è soltanto agli inizi del nostro secolo che il Dottor William Fitzgerald (USA), otorinolaringoiatra, affermò che, esercitando una pressione su diversi punti del corpo, era possibile evitare l’uso di anestetici realizzando una vera e propria mappa della zona. E da allora il Dott. Fitzgerald argomentò i primi studi sulla riflessologia.

Le terminazioni nervose sono presenti su tutta la superficie corporea, ma su mani e piedi troviamo un’area più vasta di recettori rispetto alle altre parti del corpo. Attraverso la riflessologica plantare e quindi la stimolazione dei punti riflessi sul piede si stimola il processo di autoguarigione dell'organismo per correggere lo squilibrio fino alla scomparsa del malessere. L’intento della riflessologia plantare è quello di aiutare l’individuo a ritrovare, o meglio, a riscoprire la propria integrità fisica e spirituale per riconquistare il suo stato di benessere psicofisico.

Il Trattamento riflessologico consiste nella stimolazione diretta dei punti che corrispondono alle zone anatomiche del corpo, con beneficio a livello fisico, psichico ed emozionale. Risultato utile che si ottiene attraverso la riflessologia è la depurazione: un organismo intossicato non funziona al meglio ed il processo biochimico e metabolico risulta alterato.

Il trattamento può essere integrato dall’utilizzo sui punti riflessi dei Fiori di Bach e della Cromopuntura


Nessun commento:

Posta un commento