mercoledì 18 dicembre 2013

ASTROLOGIA E BENESSERE (EMOTIVO)


L’astrologia non è un’ arte banalmente “divinatoria”, tutt’al più può fornire delle indicazioni generali, come le previsioni del tempo. Piuttosto serve a conoscere se stessi, certe “figurazioni” profonde che si porta in se stessi (nel Medioevo le si sarebbe detto “signaturae”).
Venendo però al segno di nascita – che significa in quale “casa zodiacale” si trovava il Sole nel corso del suo “viaggio” annuale al momento della nascita – si può parlare non di preciso riscontro, ma di una sorta di atteggiamento di fondo, che avrà mille e mille varianti, e che sarà “segnato” dal segno di nascita: niente di più, niente di meno. Sbagliano dunque quelle ricerche che credono di dimostrare la “non validità” (termine che andrebbe prima ben definito, però) dell’astrologia tentando di ritrovare una perfetta corrispondenza fra le influenza astrali e le diverse differenti varie individualità umane, perché, semplicemente, non esiste. A parte che l’influsso astrale è un influsso, ma ce ne sono altri: quelli culturali, quelli sociali, l’educazione e chi più ne ha più ne metta; a parte tutto questo, quel che va detto è che lo studio di una carta natale partendo dal solo segno solare di nascita è largamente insufficiente.
Ed allora che cosa ci dà il segno natale, quel che comunemente si dice: “sono nato nel tal segno o nel tal altro segno”? Ci dice di un atteggiamento di fondo, come si è già detto.
Al punto che un’astrologa americana (Mary English) ha sintetizzato tali atteggiamenti in delle frasi che trovo molto utili a “dare un’idea” a chi voglia familiarizzarsi con questi temi e problemi. Mary English ha scritto dei libri, come How to Cheer Up a Capricorn, in cui, in un breve titolo, fa già intravedere il tema che tratterà.
Ora si riporteranno i titoli in traduzione italiana, in nota il titolo dei libri della English in inglese:
sopravvivere ad un Pesci
tirar su un Capricorno
confortare un Vergine
amare una Bilancia
vincere la fiducia di uno Scorpione
legarsi con un Acquario
ascoltare un Gemelli
apprezzare un Ariete
soddisfare un Toro
prendersi cura di un Cancro
prodigarsi a favore di un Leone
credere in un Sagittario1.
Questo ci dà come una “chiave” di lettura che, a sua volta, va interpretata. Si vedrà che il problema nasce proprio dal punto di forza e dalla caratteristica di un determinato segno. La caratteristica ed il punto di forza può divenire tallone d’Achille. Ci sarebbe molto ma molto di più da dire, ma qui si dà proprio come una serie di flash brevi.
Perché la English dice sopravvivere ad un Pesci. Questo a causa dell’atteggiamento di base del segno dei Pesci, atteggiamento che ogni nativo echeggerà in certa misura ed a suo modo. E si tratta di quell’atteggiamento sfumato e nebbioso, privo di limiti precisi, che ha il Pesci, il quale preferisce lasciarsi tirare dalla corrente, il che però non sarà sempre possibile, dunque improvvisi irrigidimenti vi saranno in lui o lei. Di qui un comportamento non esattamente lineare, diventa così importante sopravvivere a tale assenza di una struttura “solida” forte di base.
Perché la English dice tirar su un Capricorno. Questo perché la “serietà di atteggiamento” è tipica di questo segno, troppo “di terra”, vede le strutture, le ossa delle cose, ma vi è il pericolo dell’aridità,tutto è troppo chiaro e semplice, le motivazioni del mondo son sempre quelle: si arriva ad un eccesso di secchezza, che può buttare giù, dunque la necessità di esser tirato su.
Perché la English dice confortare un Vergine. Questo a causa dell’iper-preoccupazione sui e nei e coi dettagli che è la caratteristica distintiva del segno, che si “fissa” su cose secondarie spesso: il punto di forza, analisi dei dettagli, può diventare l’essere dominati da cose secondarie, di qui la necessità di essere “confortati”, come dice la English.
Perché la English dice amare una Bilancia. E’ il segno di Venere par excellence, della bellezza e dell’estetica, ma proprio il punto di forza diventa il punto di debolezza, per cui è difficile amare chi dà alla forma una così eccessiva importanza e ne fa praticamente l’unico criterio. Può essere per esempio non la forma fisica, ma la forma nel senso di modo di comportarsi, e cose del genere.
Perché la English dice vincere la fiducia di uno Scorpione. Si tratta del segno delle “cose nascoste”, che ama guardare dietro alle intenzioni vere: si vede subito che il punto di forza può diventare un punto di debolezza, e quindi una difficoltà ad avere fiducia negli altri è forte in questo segno, che ha una sorta di corazza che occorre superare.
Perché la English dice legarsi con un Acquario. Questo segno è per eccellenza quello delle reti, del passare di cosa in cosa, del non legarsi. Diventa difficile il legarsi davvero, non tutto è un flusso. Ed inoltre il manifestare apertamente il proprio sostengo, che non sia in forma molto distaccate, diventa sempre difficile in questo segno: di qua la difficoltà di legarsi.
Perché la English dice ascoltare un Gemelli. Altro segno di Mercurio, come Vergine, quindi la parola è molto enfatizzata, in esso si trova quell’atteggiamento che parla troppo e dell’ultima novità, con superficialità. Ma bisogna pur sapere ascoltare chi troppo parla, magari talvolta dice qualcosa di davvero importante. La parola è una spada a doppio taglio, come si sa.
Perché la English dice apprezzare un Ariete. Si tratta di un segno di Marte, abituato a non mettersi mai in questione, di conseguenza si auto-apprezza fin troppo, i suoi atteggiamenti sono da questo segno considerati “buoni” di per se stessi: difficile dunque esprimere un apprezzamento senza sollecitarne le forti difese che ha.
Perché la English dice soddisfare un Toro. Si tratta del segno di Venere, con la Bilancia, e cerca il soddisfacimento sostanzialmente come pace, relax. Ma di nuovo chi cerca il soddisfacimento spesse volte diventa difficile da soddisfare in un determinato campo della vita, ovviamente non in tutte le cose della vita. Come ho già detto, le interpretazioni semplicistiche lasciamole da parte, u individuo è anche l’influsso del suo segno solare, ma non è per nulla è “solo” questo stesso influsso.
Perché la English dice prendersi cura di un Cancro. Si tratta del segno del “prendersi cura” per eccellenza ma può esser difficile prendersi cura di lui, che accetti che abbia necessità che qualcuno si prenda cura di esso: di nuovo, la caratteristica principale diventa il tallone d’Achille.
Perché la English dice prodigarsi a favore di un Leone. Si tratta di un segno di auto-stima, che è abituato ad accettare l’aiuto da chi è più anziano, più forte, più ricco, più intelligente, insomma più in qualche modo, ma tenderà a rifiutare l’aiuto da chi considera un “pari grado”, di qui la difficoltà di aiutare questo segno senza ferirne l’auto-stima.
Perché la English dice credere in un Sagittario. Qui è il segno di Giove, che ha sempre in vista un’altra possibilità e un “ottimismo” generico. quest’atteggiamento può diventare di superficialità, per cui è forse il segno che più incappa nell’offendere i sentimenti altrui senza volerlo, non è dunque affidabile ma non per cattiveria. Quindi credergli è difficile non perché voglia ingannare, ma perché presto vi sarà un’altra cosa che lo solleciterà e il passato è passato. Altri atteggiamenti di fondo potrebbero invece non essere affatto d’accordo in questo. 
Andrea Ianniello

1Survive a Pisces
Cheer Up a Capricorn
Soothe a Virgo
Love a Libra
Win the Trust of a Scorpio
Bond with an Aquarius
Listen to a Gemini
Appreciate an Aries
Satisfy a Taurus
Care for a Cancer
Lavish a Leo
Believe in a Sagittarius.

Nessun commento:

Posta un commento